Passa ai contenuti principali

Post

Quando praticare Sri Murni?

In tutta sinceritá, se dovessi rispondere spontaneamente a questa domanda, mi verrebbe da dire "al mattino e al pomeriggio, tutte le volte che se ne ha la possibilitá", ma so che la maggior parte delle persone non ha questa disponibilitá di tempo.
Allora proviamo a definire alcune strategie e fasce orarie che ci possono permettere di praticare Sri Murni con efficacia.
Al Mattino, appena alzati Se siete mattinieri, come il sottoscritto, vi conviene fissare un orario quotidiano per la pratica di almeno 15 minuti di Sri Murni. Tenete conto che il corpo al mattino é piú freddo e soggetto a indolenzimenti, se non opportunamente riscaldato, per cui consiglio sempre di procedere per gradi, nell'esecuzione delle serie dei 13 sigilli. Si potrebbe cominciare con almeno 2 serie eseguite in modalitá ultra lenta, appoggiando con cura e a fondo il piede per la percussione e facendo molta attenzione alla fluiditá e correttezza del movimento. Mi raccomando a mentenere il focus sulla respirazi…
Post recenti

Il mulino a vento e la resistenza al dolore

In diverse tradizioni di arti marziali orientali si insiste moltissimo sulla capacitá del praticante di saper resistere al dolore fisico. Pensiamo solo alla lunghissima tradizione delle scuole di monaci Shaolin, con le loro pratiche e i loro allenamenti incredibili, volti a rendere i monaci capaci di sopportare il dolore fisico e, nel contempo, a rinforzare in maniera estrema tutte le giunture, i legamenti, i muscoli e ogni parte del corpo. Il segreto sta sempre nel dominio della propria mente, nella capacitá di rendere il corpo, ma anche la mente forti e resistenti a qualsiasi sollecitazione esterna di carattere traumatico.
In questo articolo tratteró un argomento che puó apparire estraneo allo Sri Murni. Infatti, in piú occasioni il M.o Maltese ha sempre rimarcato che, nella pratica dello Sri Murni, ma anche in moltissime altre discipline fisiche, non bisogna mai andare nella direzione del dolore. Nel senso che se un muscolo o una parte del nostro corpo comincia a farci male, non dobbi…

Lo Sri Murni come sistema di tonificazione muscolare

Possiamo utilizzare lo Sri Murni per tonificare i muscoli del nostro corpo? La risposta puó essere, almeno in parte, affermativa.
Non stiamo parlando di tutte quelle routine di riscaldamento che un istruttore puó legittimamente proporre nelle sue lezioni, prima di procedere nello specifico a svolgere i sigilli. Stiamo parlando della valenza tonificante degli stessi 13 sigilli, realizzati in una particolare modalitá.
Le indicazioni che vi trasmetto in questa pagina fanno riferimento alla metodologia che ho avuto modo di sperimentare personalmente, sotto la guida di questo testo:
Build muscles without weights: the complete book of dynamic self-resistance training exercises, di David Nordmark. (qui trovate il link su Amazon per l'ebook: https://goo.gl/DHRLuR )
In particolare, nelle pagine introduttive si fa riferimento a un concetto che spesso troviamo applicato nello Sri Murni (ma non solo): 
"When performing any isotonic exercise there are two factors you really need to focus on in o…

I possibili target di fruitori dello Sri Murni

Ma perché una persona dovrebbe interessarsi allo Sri Murni? Proviamo a delineare i possibili fruitori di questa disciplina, coloro che potrebbero trarne vantaggio in qualche modo.
Partiamo da coloro che, per diversi motivi, sentono l'esigenza di praticare una disciplina che consenta di raggiungere un buon grado di rilassamento psicofisico senza peró doversi sottoporre a un training difficile: lo Sri Murni permette a chiunque di avvicinarsi alla sua pratica, senza la richiesta di possedere chissá quali capacitá atletiche.
La pratica dello Sri Murni é rivolta anche a tutti coloro che desiderano accostarsi alle discipline dell'energia interna senza rimanere invischiati nelle pastoie iniziatiche ed esoteriche di altri stili e/o discipline di quella stessa area (indonesiana) o cinese. Lo Sri Murni offre, nella sua semplicitá, un sentiero chiaro e lineare al perfezionamento del movimento armonico e alla consapevolezza delle potenzialitá del proprio corpo.
Chi pratica Sri Murni impara ad…

Il "flow" nello Sri Murni

Cos'é il "flow"? Negli anni '70, uno psicologo americano, M. Csikszentmihalyi, ha cominciato a utilizzare l'espressione Flux (e poi) Flow, per descrivere una serie di esperienze interessanti, significative che spesso i grandi atleti delle piú disparate discipline provavano, durante le loro performances. Si parlerá poi (ad opera dello stesso Csikszentmihalyi) di "esperienza ottimale". La possiamo descrivere come una situazione psicologica in cui  la persona é completamente assorbita dal compito che sta svolgendo cosí da dimenticarsi anche del tempo che sta passando. In tale situazione la persona prova un intenso benessere psicofisico unito a prestazioni eccellenti.
Tutte le volte che noi osserviamo i bimbi piccoli durante il gioco abbiamo la possibilitá di renderci conto di cosa significa essere in flow: i bimbi, durante i giochi, sono totalmente concentrati in ció che stanno facendo e tutto ha un preciso significato all'interno della loro attivitá.
Quest…

Visualizzazioni utili nella pratica dello Sri Murni

Date un'occhiata a questa immagine qui sotto:

http://ift.tt/2p8Hjip
Si tratta della rappresentazionen grafica di un toroide (la forma geometrica che vedere riprodotta con le linee curve bianche.  In realtá ve ne sono due, di toroidi, uno dentro l'altro e il centro di questo campo di forze (alcuni parlano di vero e proprio campo elettromagnetico generato dagli impulsi elettrici) é il cuore.
Ora io mi fermo qui. Non sono interessato in questa sede ad approfondire questo discorso dei campi elettromagnetici toroidali. Mi preme sottolineare che, sul piano meditativo, la visualizzazione di questo toroide che ci circonda continuamente, come se fossimo immersi in una ciambella di forze, puó essere estremamente efficace nella pratica dello Sri Murni.
La visualizzazione all'interno della pratica meditativa Quando ci apprestiamo a meditare, possiamo farlo in diversi modi. Possiamo concentrarci sul nostro respiro e osservare l'aria che entra ed esce dalle nostre narici, dal nostro corpo.…

Armonia del movimento, armonia interiore copy

Una delle grandi domande che mi hanno sempre affascinato è stata quella di definire se era possibile o meno avere delle conseguenze interiori dalla realizzazione di gesti, movimenti, atteggiamenti esteriori. Qualcuno potrebbe semplificare il tutto chiedendosi: "l'abito fa (o non fa) il monaco?"
Nella mia pratica frequente dello Sri Murni, del Tai Chi e dello Yoga, sarei portato a confermare la possibilità che a movimenti armoniosi e lenti corrisponda poi, di riflesso, una pace e una serenità interiore acquisita con l'esercizio costante. Ma so che le variabili in gioco sono veramente tante. Io posso anche terminare la seduta di allenamento con il meraviglioso sorriso rilassato, ma se mi si ripresentano subito dopo le condizioni, le situazioni (o a volte, purtroppo, le persone) che mi creano nervosismo, agitazione o spossatezza, eccomi di nuovo ripiombare in qualche schema mentale poco efficace.
Allora è tutto vano? Allora non esiste questo effetto "magico" delle …